Modelli Occhiali Ray Ban Da Sole

Regola numero uno. Se si lascia l’auto nel parcheggio chiuso di un centro commerciale, segnare sempre livello e settore. Regola numero due. Alcuni studiosi di cinema vedono nella misteriosa malattia della protagonista lo spettro dell’AIDS che, in quegli anni, terrorizzava l’America, principalmente esteriorizzata in quella tensione costante che qualsiasi cosa possa minacciare la propria salute e che diventa anche un malessere interiore, un’inquietudine contemporanea. Finalmente, ci si accorge che il vero lavoro di Haynes non è quello di stupire lo spettatore con storie curiose e sessualmente immorali (come il Reverendo Wildmon diceva), ma cambiare la tradizionale narrativa femminile e cinematografica hollywoodiana, rifacendosi alla cinematografia europea che era molto più avanti per contenuti di quella stelle e strisce.Il tributo al glam rock con Velvet GoldmineNel 1998, cambia totalmente obiettivi e realizza quello che è il più grande, caotico e internazionale tributo cinematografico alla glam rock era Anni Settanta con Velvet Goldmine, dirigendo con un radicale nuovo tocco registico (una ricostruzione biografica non lineare, colori fluorescenti e sgargianti, grande attenzione per i costumi) un cast costituito da Christian Bale, Ewan McGregor, Jonathan Rhys Meyers e la fin troppo sottovalutata Toni Collette. Principalmente girato in Inghilterra, il film raccoglie da subito consensi mondiali.

Un evento inatteso farà sì che Violet, ammalata di cancro alla lingua, debba rincontrare tutte insieme le proprie figlie con i loro compagni. Violet ha una personalità magmatica che è arduo tentare di definire. Da vittima può trasformarsi in carnefice con un battito di ciglia, da donna tenera e arguta può divenire la più verbalmente violenta commensale ad un pranzo di famiglia.

Dopo Profondo rosso per lei niente è stato più lo stesso. Una bellezza da modella, una vita da zingara (fin dal principio), un esordio all’insegna della commedia, genere all’interno del quale ha cercato di farsi strada e poi l’incoronazione, meritata, a signora incontrastata dell’horror e del gotico, per essere stata per lungo tempo la compagna del re del brivido italiano, Dario Argento, nonché madre di sua figlia Asia. Si è misurata con i racconti dove il terrore veniva da ogni luogo, da ogni atmosfera, da ogni effetto speciale o musica, giocando con il senso di morte che permea ogni pellicola e rivelandosi un’attrice artisticamente molto ricca.

I due attori fanno amicizia e divideranno lo stesso appartamento. In piccoli ruoli, comincia a comparire spesso: Lucas (1986) è il suo debutto, a fianco di Winona Ryder, poi è il turno di Singles, I protagonisti, Cose molto cattive, Heat, Serendipity, Black Hawk Down.Dal 1995 al 1998 partecipa alla sitcom Ellen, dove interpreta Spence Kovak, cugino della protagonista interpretata da Ellen DeGeneres. La sua miniera d’oro è invece Entourage, serie televisiva di successo prodotta dalla HBO.

Be the first to comment

Leave a Reply